AAVMV

Associazione Archeologica Medio Valdarno

1972

Si è costituita il 7 dicembre del 1972, risultando una delle più vecchie associazioni di volontariato archeologico della Toscana. E’ nell’albo delle ONLUS al n. 72 dal Febbraio del 1994 ed è iscritta come socia attiva negli elenchi del Centro di Volontariato Nazionale e della Federazione Toscana dei Volontari per i Beni Culturali. Opera sotto la supervisione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana. Apartitica, ispirata ai principi di Democrazia, si fonda sull'iniziativa dei cittadini volontari che intendono impegnarsi nella salvaguardia e valorizzazione del patrimonio archeologico, monumentale, storico del nostro territorio.

Scopo

L'associazione intende perseguire finalità di solidarietà mediante azioni erogabili in modo continuo, attivo e diretto e volte alla prevenzione e rimozione dei bisogni sopra descritti. Ha come scopi statutari la diffusione e la promozione della cultura da realizzarsi mediante l’organizzazione di attività, manifestazioni, eventi e progetti di carattere artistico, culturale, formativo, editoriale, ricreativo e sociale, possibilmente in rete anche con altre realtà del volontariato.

Attività

E’ convenzionata con i comuni di Empoli, Vinci, Montespertoli e Fucecchio per la tutela e la valorizzazione dei beni storico archeologici dei rispettivi territori.
Collabora alla gestione e alle aperture del Museo della Collegiata, della Casa Natale del Pontormo, del Museo del Vetro a Empoli; della Biblioteca Comunale, dell’Ufficio Turistico Intercomunale a Vinci; alla promozione del Museo Civico di Fucecchio.
Collabora direttamente con le Soprintendenze preposte e, inparticolar modo, con laSoprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che è il garante scientifico e legale delle attività .Il presidente pro tempore è ispettore onorario dei territorisopracitati.
Varie e a vario titolo sono le collaborazioniper il supporto ai laureandi e/ospecializzandi delle diverse università della Toscana, tra queste, in particolare, le Università degli Studi di Firenze e di Siena per il tirocinio formativo e di orientamento a favore degli studenti e dei neo-laureati.
Gestisce un centro direstauro con il supporto diretto di specialisti del Centro di Restauro Archeologico della Soprintendenza.


Collabora all’organizzazione e all’esecuzione di scavi archeologici e al relativo studio dei materiali recuperati, grazie soprattutto ad un cospicuo numero di specialisti in materia iscritti all’associazione.
E’ responsabile del locale Antiquarium, ora in corso di trasformazione in Museo Archeologico nei locali degli ex bagni pubblici. Da oltre trenta anni si occupa di attività didattiche nelle scuole del circondario empolese, vòlte a sensibilizzare i giovani alle problematiche della tutela e alla riscoperta delle proprie radici storiche, anche tramiteattività di stages formativi. Pubblica la rivista di ritrovamenti archeologici “Milliarium”, a diffusione regionale L’associazione è in grado di offrire sia ai soci che a tutti coloro che desiderino collaborare, un’ampia gamma di possibilità di formazione e/o aggiornamento, utile anche ai fini di un percorso universitario, potendo scegliere fra i molti programmi offerti.